Piccoli prestiti

Il piccolo prestito consiste nell’erogazione da parte di una finanziaria di una somma che può essere utilizzata dal ricevente come preferisce.

Si tratta quindi di un prestito non finalizzato.

Si discosta quindi dal piccolo finanziamento che prevede invece una destinazione d’uso dell’importo richiesto anche se molte finanziarie non rispettano queste rigida denominazione e potrete quindi trovare anche piccoli finanziamenti non finalizzati.

Piccolo Prestito: prestito non finalizzato di una somma limitata solitamente non superiore a 5.000 € euro

Piccolo Finanziamento: prestito finalizzato di una somma limitata solitamente non superiore a 5.000 € euro

Potete approfondire la differenza visitando la pagina: prestiti finalizzati e prestiti non finalizzati

Per specifico obiettivo si intende qualcosa di espressamente identificato come l’acquisto di una moto.

La somma non viene consegnata in contanti, ma tramite assegno o bonifico su conto corrente bancario con una predilizione per la seconda soluzione.

Il rimborso avviene tramite rate mensili che possono essere pagate tramite bollettini postali o tramite RID su conto corrente bancario. Il loro importo ovviamente varia in base al prestito concesso e alla durata dello stesso. Maggiore sarà l’importo richiesto, maggiori saranno le rate a parità di durata complessiva.

Il limite di 5.000 € euro non è obbligatorio, ma per consetudine cifre superiori sono considerate un prestito “normale”.

Le rate, possono essere anche molto piccole, alcune compagnie offrono infatti piani di rimborso caratterizzati da rate mensili di soli 30 € euro.

Il piccolo prestito è inoltre richiedibile anche online a patto di produrre la necessaria documentazione ed essere pronti a dover far fronte ad ulteriori spese postali per l’invio dei documenti.

La documentazione richiesta cambia da finanziaria a finanziaria, ma è possibile identificare un insieme comune:

Carta di identità e/o patente [non scadute e firmate]

Modulistica fornita dalla finanziaria

Documentazione circa il reddito:

Dipendenti: busta paga

Autonomi: fotocopia iscrizione alla Camera di Commercio e quadro RN del Modello Unico

Pensionati: fotocopia ultimo cedolino di pensione o fotocopia dell’ultimo Modello CUD

Fotocopia del codice fiscale

Se è necessario un garante la stessa documentazione dovrà essere presentata anche per quest’ultimo.

Se è presente un garante è necessario produrre i documenti indicati precedentemente anche per quest’ultimo.

I documenti possono essere inviati via fax e/o tramite posta raccomandata.

Una volta raccolti tutti i documenti è necessario anticiparli via FAX e spedirli per mezzo di raccomandata con ricevuta di ritorno se richiesto dalla finanziaria per erogare il piccolo prestito.