Prestito con delega di pagamento o prestito dipendenti

Il prestito con delega di pagamento può essere richiesto da lavoratori dipendenti sono quindi esclusi i lavoratori autonomi.

E’ uno dei pochi finanziamenti che accetta protestati e/o pignorati e può essere affiancato ad altri debiti in corso.

Il pagamento delle rate del prestito viene effettuato direttamente dal datore di lavoro attraverso una detrazione diretta dalla busta paga è quindi funzionalmente molto comodo dato che non è necessario occuparsi direttamente della gestione dei pagamenti.

Essendo strettamente legato alla vita lavorativa del soggetto è accompagnato da una assicurazione nel caso le capacità lavorative del lavoratore vengano meno o venga licenziato.

Per le sue caratteristiche il prestito con delega di pagamento è molto vicino a un altro tipo di prestito ovvero la cessione del quinto.

Al contrario di quest’ultimo è però possibile “cedere” alla finanziaria fino ai 2/5 dello stipendio.

L’importo massimo ottenibile è commisurato allo stipendio del richiedente non è quindi previsto un tetto massimo ma un rapporto massimo fra cifra richiesta, retribuzione e livello del TFR maturato.

La durata massima di questa tipologia di finanziamento è pari a 120 mesi e non è richiesta la finalità del prestito.