Prestito personale

Il prestito personale fa parte della categoria dei prestiti non finalizzati è quindi utilizzato per richiedere direttamente liquidità senza che quest’ultima sia legata a un bene o a un servizio ben definito.

Essendo un prestito non finalizzato e aperto a tutte le categorie di lavoratori (autonomi, dipendenti, professionisti…) è anche il più famoso fra tutti i tipi di finanziamento.

Per poterlo richiedere è assolutamente necessario avere un solido passato finanziario soprattutto se si è lavoratori autonomi e deve esserci una buona corrispondenza fra la cifra richiesta e il reddito netto altrimenti è possibile che la finanziaria richieda garanzie ulteriori come le fideiussioni.

I tempi di erogazione del prestito sono generalmente molto brevi. L’importo viene accredito su conto corrente oppure viene consegnato al cliente un assegno circolare.

La durata massima è solitamente di cinque anni (60 mesi) e l’importo massimo richiedibile è 50.000 euro.